Che cos’è il disturbo

Il disturbo schizoaffettivo è una condizione in cui una persona sperimenta una combinazione di sintomi della schizofrenia,come allucinazioni o deliri, con dei sintomi del disturbo dell’umore, come la depressione o mania. Spesso il disturbo schizoaffettivo non è ben compreso, o definito, come le altre condizioni di salute mentale. Questo è in gran parte perché il disturbo schizoaffettivo è un mix di più condizioni di salute mentale che può essere in corso unico nel paziente che ne è affetto. Se non trattato, le persone con disturbo schizoaffettivo possono condurre una vita solitaria e hanno problemi sociali di vario tipo e in vari ambiti. Oppure, possono contare molto sulla famiglia o vivere in case famiglia psichiatriche. Il trattamento può aiutare a gestire i sintomi e migliorare la qualità della vita in maniera eccezionale.

Sintomi

I sintomi del disturbo schizoaffettivo variano da persona a persona. Generalmente, le persone sperimentano sintomi della condizione psicotica, quali allucinazioni, disturbi del pensiero e pensieri paranoici, così come un disturbo dell’umore, come umore depresso o maniacale. Essi tendono ad essere isolati da ogni contesto. Caratteristiche psicotiche e disturbi dell’umore possono verificarsi contemporaneamente o possono apparire in maniera intercambiabile. Il corso del disturbo schizoaffettivo di solito presenta cicli di sintomi gravi seguiti da un miglioramento delle prospettive. Per stabilire una diagnosi, una persona deve avere dimostrato, deliri o allucinazioni per almeno due settimane, anche quando i sintomi del disturbo dell’umore sono sotto controllo. Più comunemente, il disturbo dell’umore accompagna le caratteristiche schizofreniche del disturbo bipolare (bipolare di tipo schizoaffettivo) o la depressione (depressione di tipo schizoaffettivo). Segni e sintomi del disturbo schizoaffettivo possono includere: Pensieri o percezioni strane e insolite Pensieri e idee paranoiche Deliri Allucinazioni, spesso uditive Pensieri poco chiari o confusi (disturbi del pensiero) Attacchi di depressione Stato d’animo maniacale, ovvero un improvviso aumento dell’energia Irritabilità e scarso controllo del temperamento Pensieri autolesivi o violenti Linguaggio incomprensibile Comportamento catatonico o stato confusionale Problemi con l’attenzione e la memoria La mancanza di preoccupazione per l’igiene e l’aspetto fisico Variazioni di energia e appetito Disturbi del sonno, come difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno.

Trattamenti

Le persone con disturbo schizoaffettivo generalmente rispondono meglio ad una combinazione di farmaci e di psicoterapia. Ovviamente, il trattamento varia a seconda del tipo e della gravità dei sintomi. In generale, i medici prescrivono i farmaci per alleviare i sintomi psicotici, stabilizzare l’umore e curare la depressione. L’unico farmaco approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento del disturbo schizoaffettivo è il farmaco antipsicotico Paliperidone (Invega). Tuttavia, un certo numero di farmaci approvati per il trattamento di altre condizioni di salute mentale può anche essere utile per il disturbo schizoaffettivo. Inoltre, la psicoterapia può aiutare a normalizzare i modelli di pensiero, insegnare le abilità sociali e ridurre l’isolamento sociale. Farmaci usati per il trattamento del disturbo schizoaffettivo possono includere: Antipsicotici. chiamati anche neurolettici, sono farmaci utili per il trattamento di sintomi psicotici, come deliri, paranoia e allucinazioni. Oltre al paliperidone (Invega), altri farmaci antipsicotici che possono essere prescritti includono Clozapina (Clozaril, FazaClo), Risperidone (Risperdal) e Olanzapina (Zyprexa). Farmaci stabilizzanti dell’umore. Quando il disturbo schizoaffettivo è di tipo bipolare, gli stabilizzatori dell’umore possono livellare gli alti e bassi del disturbo bipolare, conosciuto anche come depressione maniacale. Le persone con disturbo bipolare hanno episodi di mania e umore depresso. Esempi di stabilizzatori dell’umore includono litio (Eskalith, Lithobid) e Divalproex (Depakote). Farmaci antiepilettici come la carbamazepina (Carbatrol, Tegretol, altri) e valproato (Depacon) possono essere utilizzati anche per le loro proprietà stabilizzanti dell’umore. Antidepressivi. Quando la depressione è il disturbo dell’umore sottostante, gli antidepressivi possono trattare sentimenti di tristezza, disperazione, o la difficoltà con il sonno e la concentrazione. Farmaci comuni includono citalopram (Celexa), fluoxetina (Prozac) e Escitalopram (Lexapro). La terapia psicologica invece può includere: Psicoterapia. Costruire un rapporto di fiducia nella terapia può aiutare le persone con disturbo schizoaffettivo a capire meglio la loro condizione ed a sentirsi fiduciosi per il futuro. Terapia famgliare. Il trattamento può essere più efficace quando le persone con disturbo schizoaffettivo sono in grado di discutere i loro problemi di vita reale con altri. In generale, le persone con disturbo schizoaffettivo hanno una prognosi migliore rispetto alle persone con schizofrenia, ma non buona come le persone con solo i disturbi dell’umore. il trattamento a lungo termine è necessario, e la prognosi varia da persona a persona.

tratto da Terzo Centro – Roma